Studio Design Logo

Select your location


Random

Talk with...Chia-Ying Lee

“Un gruppo di bolle che danzano liberamente nel vento” ecco come Chia-Ying Lee rappresenta Random, lampada a sospensione presentata al Salone del Mobile di Milano nel 2017.

Tre sfere in vetro soffiato che creano un’atmosfera magica in un design non convenzionale. Qui la designer svela per Studio Italia Design quali sono stati i retroscena.

Cosa ha inspirato al forma?
Bolle. “Un gruppo di bolle che danzano liberamente nel vento” è l’immagine che avevo in testa all’inizio del progetto. Ma ci sono anche delle ragioni razionali dietro a questa visione. Creare un interessante sistema modulare che fosse semplice e veloce per un’installazione efficace e ottimale. Così ho cercato una unità di base che fosse interessante singolarmente ma che desse anche la possibilità di creare diverse composizioni se raggruppate insieme. Dopo vari tentativi ho trovato la chiave perfetta: ho deciso per una forma molto semplice, la sfera, perchè era già complesso il concetto della modularità della lampada.

Perchè la scelta dei materiali?
LED e vetro borosilicato. Il vetro borosilicato rende il globo abbastanza leggero da essere appeso con fili sottili. Usando il LED invece abbiamo la possibilità di creare una visuale pulita delle bolle ma al tempo stesso di farle emettere abbastanza luce.

Come è nato il nome della lampada?
Questo progetto riassume il concetto di casualità da diverse prospettive e spero che le persone apprezzino la creazione “Random” anche grazie al fatto che ogni persona ha la possibilità di divertirsi creando diverse composizioni differenti.

Cosa ha inspirato l’idea per l’atmosfera creata dalla lampada?
E’ davvero difficile dire se il materiale che usiamo conduce a questa atmosfera oppure se sono stata io ad essere attirata dall’atmosfera ed inconsciamente ho scelto i materiali. Ma in ogni caso gli oggetti che fluttuano hanno sempre quest’aura di libertà che li circonda e io, vorrei cogliere il più possibile questa magia.